“Si, ma al paziente che gli dico?” può essere una domanda rozza. Ma è una domanda che si pongono molti giovani aspiranti terapeuti, attendendosi una risposta. Un silenzio sorridente e carico di saggezza non può essere sempre l’unica risposta. La psicoterapia ha una sua tecnica esplicita, delle procedure che si possono comunicare. Ed essendo la psicoterapia una talking cure, una cura parlata, questa tecnica è una tecnica del colloquio. Il colloquio psicoterapeutico cognitivo ha dei principi tecnici chiari e operativi. Esso si fonda sull’incoraggiare il paziente ad apprendere tre abilità base: 1) riconoscere il legame tra sofferenza emotiva ed elaborazione cognitiva consapevole ed esplicita, ovvero quello che sento e quello che penso e che posso esprimere verbalmente; 2) mettere in discussione la validità di questi pensieri, il loro valore di verità e di utilità; 3) costruire nuovi pensieri, più veri e soprattutto più utili, che andranno a sostituire quelli vecchi nelle situazioni quotidiane della vita e che quindi generanno emozioni e azioni differenti, emozioni e azioni a loro volta in grado di generare maggiore benessere e maggiore capacità di affrontare o almeno di sopportare le situazioni. Tutto questo corrisponde a cose che diciamo ai nostri pazienti. E questo libro tenta di indicare quali sono queste cose. In altre parole, questo è un libro di tecnica del colloquio in psicoterapia cognitiva.

Disponibile da Febbraio 2013

Cerca

News

I Mercoledì del Cognitivismo – Seminari gratuiti nella sede di Lugano

Da Febbraio a Giugno 2014, la scuola “Studi Cognitivi e Formazione CH” di Lugano offre una serie di seminari gratuiti…

» Continua

I Mercoledì del Cognitivismo – Seminari gratuiti nella sede di Lugano

Da Febbraio a Giugno 2014, la scuola “Studi Cognitivi e Formazione CH” di Lugano offre una serie di seminari gratuita…

» Continua

Nuovi articoli pubblicati

      Vi presentiamo due nuovi articoli del nostro gruppo ricerca in prossima pubblicazione:          …

» Continua

Cambiamenti nel sistema nosografico DSM – V : Bolzano

Bolzano -8 novembre 2013 Cambiamenti nel sistema nosografico DSM – 5 con particolare attenzione al nuovo sistema di classificazione dei disturbi…

» Continua